Apostolato

Secondo il teologo prof. Rózycki, la promessa di Gesù si riferisce anche alla diffusione del culto della Divina Misericordia: «Le anime che diffondono il culto della Mia Misericordia, le proteggo per tutta la vita, come una tenera madre protegge il suo bimbo ancora lattante e nell’ora della morte non sarò per loro un giudice, ma Salvatore misericordioso» (Diario, p. 604). L’essenza del culto della Divina Misericordia consiste nell’atteggiamento di cristiana fiducia verso Dio e di attiva carità verso il prossimo. Gesù richiede fiducia dalle creature (cfr. Diario, p. 597) e opere di carità, con azioni, parole e preghiera. «Devi mostrare misericordia sempre e ovunque verso il prossimo: non puoi esimerti da questo, né rifiutarti, né giustificarti» (Diario, p. 457).

Cristo vuole che i Suoi devoti compiano ogni giorno almeno un atto di carità verso il prossimo. La diffusione del culto della Divina Misericordia non richiede necessariamente molte parole, ma esige fede, fiducia in Dio e misericordia sempre più grande. Santa Faustina durante la sua vita dette esempio di tale apostolato. Il culto della Divina Misericordia porta ad un rinnovamento della vita religiosa nella Chiesa, nello spirito di cristiana fiducia e misericordia. Sotto questo aspetto incontriamo nelle pagine del Diario il pensiero di Santa Faustina di una «nuova congregazione», desiderio manifestatole da Gesù stesso. Questo pensiero ha avuto una certa evoluzione: da un ordine contemplativo diventa un movimento formato sia da congregazioni di vita attiva, che da laici. Questa grande comunità di persone, che supera le nazionalità, è un’unica famiglia legata da Dio nel mistero della Sua Misericordia e unita dal desiderio di meditare questo attributo divino nel proprio cuore manifestandolo nelle proprie azioni, per procurare la Sua gloria in tutte le anime. È una comunità di persone che in modi diversi, a seconda della condizione e della vocazione (sacerdotale, religiosa o di vita nel mondo), vive l’ideale evangelico di fiducia e di misericordia, proclama con la propria vita e la parola l’ineffabile mistero della Divina Misericordia e invoca la Misericordia di Dio per tutto il mondo. La missione di Santa Faustina trova una forte ispirazione nella Sacra Scrittura e si riflette nei documenti della Chiesa, soprattutto nell’enciclica del Santo Padre Giovanni Paolo II Dives in misericordia.

StampaEmail

Contatti

Santuario della Divina Misericordia

Via dei Penitenzieri 12
00193 Roma
Tel: 06 6879310
Fax: 06 6833445