Ora della Misericordia

Nell’ottobre 1937 a Cracovia, Gesù disse a Santa Faustina di venerare l’ora della sua morte.

«Ogni volta che senti l’orologio battere le tre, ricordati di immergerti tutta nella Mia Misericordia, adorandola ed esaltandola; invoca la sua onnipotenza per il mondo intero e specialmente per i poveri peccatori, poiché fu in quell’ora che venne spalancata per ogni anima»
(Diario, p.820).
Poi, aggiunse:
«Figlia Mia, in quell’ora cerca di fare la Via Crucis, se i tuoi impegni lo permettono, e se non puoi fare la Via Crucis, entra almeno per un momento in cappella ed onora il Mio Cuore che nel SS.mo Sacramento è pieno di Misericordia. E se non puoi andare in cappella, raccogliti in preghiera almeno per un breve momento là dove ti trovi»
(Diario, p. 820).

Il teologo prof. Rózycki indica le condizioni perché la preghiera detta in quel momento sia ascoltata: deve essere rivolta a Gesù e recitata alle tre del pomeriggio, deve riferirsi ai valori e ai meriti della Passione di Cristo.

«In quell’ora – ha promesso Gesù – otterrai tutto per te stessa e per gli altri; in quell’ora fu fatta grazia al mondo intero, la Misericordia vinse la giustizia»
(Diario, p. 820).
Santuario della Divina Misericordia - Copyright © 2018 - All Right Reserved
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
Powered By NOVA OPERA